STUDIO CARPIS Società di Servizi di Consulenza - Offerte di lavoro - Forlì-Cesena | 23.10.2017 | FAN PAGE Facebook

Studio Carpis - ufficio di consulenza - ricerca e selezione offerte di lavoro
studio carpis - consulenti al tuo servizio

STUDIO CARPIS - News

PRIVACY TERMINI UTILIZZATI DAL LEGISLATORE
- DATI PERSONALI: Sono tutte le informazioni relative a persona fisica (persona giuridica, Ente o Associazione) identificate o identificabili. Es. nome, cognome, indirizzo, numeri telefonici, etc...
- DATI SENSIBILI: Sono i dati che devono essere maggiormente tutelati, e sono relativi a razza o etnia, ad eventuali adesioni a Partiti (ritenute sindacali), Organizzazioni a carattere religioso, politico, Associazioni di categoria, nonché dati personali idonei a rilevare lo stato di salute (cartelle mediche) e la vita sessuale del singolo.....

» Approfondimento

SICUREZZA SUL LAVORO
IL D.LGS. 81/08 IMPONE AL DATORE DI LAVORO UNA SERIE ADEMPIMENTI CHE NON SONO ASSOLUTAMENTE CONDIZIONATI DAL NUMERO DI LAVORATORI/SOCI PRESENTI O DAL TIPO DI ATTIVITÀ ESERCITATA.
Ne riportiamo un riepilogo semplificato. In caso di dubbi, o necessità di chiarimenti è opportuno rivolgersi sempre a professionisti competenti per una analisi più approfondita della situazione dell’azienda.

QUANDO SUSSISTE L’OBBLIGO DI ADEGUARSI ALLE NORME SULLA SICUREZZA?
La normativa sulla sicurezza sul lavoro è applicabile ogniqualvolta vi sia un Datore di Lavoro e almeno un lavoratore come definito dall’art. 2 del D.lgs. 81/08.
A tal fine non ha rilevanza la tipologia contrattuale che lega datore di lavoro e lavoratore, né la presenza o meno di una retribuzione o la tipologia della stessa. Ciò che rileva è che tale lavoratore svolga una prestazione lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato.
Al lavoratore sono equiparati quindi i soci di società che prestano la loro attività all’interno dell’impresa, gli stagisti ed i lavoratori interinali.

ESEMPI DI AZIENDE/STUDI SOGGETTI AGLI OBBLIGHI DEL D.LGS. 81/08


- Ditta individuale con almeno 1 dipendente (è indifferente che il lavoratore sia part-time o full time o a chiamata, che sia a tempo determinato o indeterminato, che sia apprendista, stagista, praticante, che venga pagato oppure no, che sia in regola o meno)
- Società di persone (Snc o sas) con almeno due soci lavoratori (un socio è il datore di lavoro, l’altro è assimilato a dipendente)
- Impresa familiare con almeno 1 lavoratore, oltre ai collaboratori .

RESTANO ESCLUSE LE IMPRESE FAMILIARI E LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SENZA DIPENDENTI ED I LAVORATORI AUTONOMI.

GLI OBBLIGHI PREVISTI DAL D.LGS. 81/08 POSSONO DISTINGUERSI IN:


1. Redazione della documentazione obbligatoria:
a) Redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) [arresto da 3 a 6 mesi e ammenda da 2.500 a 6.400 euro];
b) Nomina dei lavoratori (o lo stesso Datore di Lavoro) incaricati alla gestione delle emergenze antincendio e primo soccorso [arresto da 2 a 4 mesi e ammenda da 750 a 4.000 euro], nomina del RSPP, del medico competente e comunicazione dei nominativi ai lavoratori;
c) Valutazione dei rischi specifici (es. rumore, stress, rischio chimico, rischio esplosione, radiazioni ottiche, elettromagnetiche etc. qualora si suppone il superamento dei limiti di norma o al verificarsi di determinati presupposti) [arresto da 3 a 6 mesi e ammenda da 2.500 a 6.400 euro];
d) Richiesta del Certificato Prevenzione Incendi ai Vigili del Fuoco in caso di svolgimento di particolari attività o di specifiche caratteristiche dei locali [arresto da 2 a 4 mesi e ammenda da 1.200 a 5.200 euro];
e) Fornitura e redazione dei verbali di consegna dei Dispositivi di Protezione Individuali ai lavoratori [arresto da 2 a 4 mesi e ammenda da 1.500 a 6.000 euro].

2. Formazione obbligatoria:

a) Formazione del Datore di Lavoro (16 ore)
come Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) (aggiornamento di 6 ore da ripetere ogni 5 anni) [arresto da 3 a 6 mesi e ammenda da 2.500 a 6.400 euro].
b) Formazione degli addetti antincendio (4, 8 o 16 ore) in funzione del rischio di incendio (non è previsto obbligo di aggiornamento) [arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro]
c) Formazione degli addetti al primo soccorso (12 o 16 ore) in funzione del numero di lavoratori e del settore INAIL di appartenenza (aggiornamento di 4 o 6 ore da ripetere ogni 3 anni) [arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro]
d) Formazione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) (32 ore), se eletto internamente. [arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro]. Le Aziende che non hanno il RLS interno devono avvalersi del Rappresentante dei Lavoratori Territoriale (RLST) gestito dalle organizzazioni sindacali e pagato versando all’INAIL l’importo pari a 2 ore di lavoro all’anno per ogni lavoratore.
e) Formazione di base dei lavoratori (4 ore di formazione di base e 4 ore di formazione specifica; con aggiornamento di 4 ore, solo nel caso in cui cambino mansione) in relazione alla mansione [arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro]
La formazione va effettuata in caso di nuova assunzione, va ripetuta in caso di cambiamento di mansione, di nuove procedure di lavoro e di insorgenza di nuovi rischi.

3. Sorveglianza sanitaria:
tramite Nomina del medico competente e visite periodiche ai luoghi di lavoro e lavoratori [arresto da 2 a 4 mesi e ammenda da 1.500 a 6.000 euro]
Le sanzioni che possono derivare dalla mancanza totale o parziale della documentazione sopra elencata o dei corsi di formazione obbligatori sono molto pesanti e il loro pagamento è consentito solo una volta sanate le violazioni entro breve termine (quindi la formazione e la documentazione mancante devono essere effettuate ed esibite prima di essere ammessi al pagamento delle sanzioni).
Per questo è necessario che ciascuna azienda, al momento dell’assunzione del primo lavoratore o immediatamente se non ha ancora adempiuto agli obblighi sopradescritti pur essendone soggetta, contatti professionisti specializzati per l’analisi della propria situazione (In caso di nuova azienda si deve ottemperare entro sei mesi).
Si ribadisce che l’INAIL, in caso di infortunio connesso ad accertato mancato adempimento delle norme cogenti sulla sicurezza, esercita azione di rivalsa addebitando al Datore di Lavoro tutte le spese per la cura e/o per l’indennizzo dell’infortunato.

» Approfondimento

RICERCA e SELEZIONE PERSONALE TRATTAMENTO DEI DATI

» Approfondimento

RICERCA e SELEZIONE PERSONALE ELENCO SERVIZI OFFERTI

» Approfondimento

PRIVACY SERVIZI OFFERTI

- Compilazione di una dettagliata check list di riscontro sulla situazione della struttura
- Censimento dei dati (individuazione dei dati comuni, sensibili, semisensibili, dei trattamenti di particolare importanza per la struttura, dei dati facilmente recuperabili o meno, dei dati sottoposti a trasmissione esterna, etc…)

» Approfondimento

SICUREZZA SUL LAVORO INQUINAMENTO ACUSTICO
Nell'ambito della valutazione dei rischi aziendali, il Datore di lavoro deve valutare il rumore durante il lavoro stesso prendendo in considerazione tutti gli effetti diretti ed indiretti sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori. Il rumore è un fattore di rischio per la salute dell’uomo...
» Approfondimento

studio carpis
ISCRIVITI alla NEWSLETTER

studio carpis
studio carpis